21°edizione
Verona, 15-18 aprile 2018

La parola alle aziende

È lo spazio dedicato agli espositori per poter raccontare la propria azienda, le proprie produzioni, gli eventi che si svolgono al proprio stand: un ulteriore strumento di comunicazione, sempre aggiornato e aggiornabile. Trattandosi di informazioni che provengono direttamente dalle Aziende Espositrici, Veronafiere declina pertanto la responsabilità relativa ai contenuti delle notizie riportate.

05/04/2017

IL SUGHERO CAMBIA VESTE

Da qualità apparentemente contrastanti possono nascere nuove tendenze di stile. DAG Style presenta per la serie Alta moda la nuova linea Sughero colorato: un accostamento originale fra la forza del materiale e l'eleganza dei dettagli. Finiture eleganti e sofisticate per tre nuance di sughero dai colori caldi e intensi, in una linea di prodotti ispirati al lusso e ai vini pregiati. SUGHERO COLORATO Migliorare qualcosa che è già perfetto è una sfida meravigliosa. E Diego Angelo Guerini , presidente di DAG Style, ha scelto uno dei materiali più rappresentativi della propria linea di prodotti -il sughero- per poter dar vita in nuova veste all'eleganza e alla classe. E' che così nasce il SUGHERO COLORATO, inedito e utilizzato unicamente da DAG Style per la produzione dei suoi prodotti. Un materiale nato da una storia affascinante, fatta di studio e capacità di pensare fuori dai canoni tradizionali. Utilizzato anche nel campo dell'abbigliamento, approda nella selezione esclusiva della SERIE ALTA MODA, solo dopo un lavoro di ricerca durato ben due anni in giro fra le botteghe artigianali di sughero della Spagna, del Portogallo e dell'Italia. “Avevo già ben in mente quello che volevo, ma trovarlo non è stato così immediato. - racconta Guerini - Quando finalmente sono arrivato in quella bottega Marchigiana con il mio progetto, dopo tanto girovagare, ero quasi scettico. Ma la pazienza, l'esperienza e la ricerca della perfezione, che può avere solo chi conosce davvero il materiale e lo lavora da tanti anni avendone rispetto – un po' come per noi i portamenu- mi ha fatto capire che ero arrivato nel posto giusto.” E' esattamente da questo momento che ha inizio il vero lavoro, a partire da una scelta dei pezzi migliori, omogenei, resistenti e senza imperfezioni. Tale processo di selezione ha reso ogni prodotto unico, come un'impronta digitale, con particolari sempre differenti e mai uguali. Il risultato è quello tangibile di un materiale dalle qualità incredibili, capace di coinvolgere con emozione tutti i sensi: dal tatto grazie alla morbidezza irresistibile che genera un'irrefrenabile desiderio di sfiorarlo e maneggiarlo, sino alla vista inebriata da tonalità di colore così vive e calde. E' infatti il colore la vera singolarità di questo sughero, evocatore di paesaggi naturali e selvaggi: come il marrone intenso delle terre rosse del sud o il nero profondo dalle sfaccettature brillanti come le spiagge vulcaniche di paradisi terrestri. “Fra tutti, il bianco kroko, credo sia quello più sbalorditivo a livello di tecnica e lavorazione.” aggiunge Guerini. Un prodotto che riporta al suo interno più di 20 sfumature differenti: dal bianco, al beige sino addirittura a sprazzi di blu, applicate attraverso una colorazione a tampone e poi carteggiata, che genera un gusto retrò e aggressivamente safariano. Inoltre, la resistenza del materiale è assicurata da un'anima di vera pelle rigenerata e da una protezione con alla base acqua, la quale applicata sulla superficie lo rende refrattario a qualsiasi macchia e ne preserva la lucentezza intensa della colorazione. Dag Style è un’azienda attiva nel mercato dell’ospitalità dagli anni ottanta. I suoi portamenu e coordinati per la tavola hanno sempre seguito le mutevoli correnti di stile con particolare attenzione all'ecosostenibilità e alla moda, attraverso l'utilizzo di materiali di riciclo e dettagli di design. Questo l’ha portata oggi ad essere una delle aziende che ha più plasmato il settore della ristorazione, valorizzando il made in Italy nel mondo. La sua filosofia vincente è basata sull'ecosostenibilità e sull'idea di introdurre la moda nel mondo HO.RE.CA., esaltando il portamenu come simbolo di tendenza, ma anche di responsabilità.